Contatti: ndt@lanotadeltraduttore.it




Seminario sulla traduzione pubblicitaria. Roma, 1° ottobre - libreria Motamot

 
Indice dell'articolo
pag. 1 Articolo evento
pag. 2 Andrea Di Gregorio

 
Articolo evento

Anno Accademico 2005-2006
Trimestre ottobre-dicembre
 
Seminari per traduttori
 
Tre seminari per professionisti della mediazione culturale, per acquisire
nuove competenze spendibili sul mercato e una più profonda consapevolezza
della propria professionalità.

1. Tradurre per persuadere: traduzione e localizzazione della pubblicità

In un momento in cui le aziende tendono a contenere sempre più gli
investimenti pubblicitari, ma in cui, allo stesso tempo, cresce in loro il
bisogno di aprirsi a mercati e a realtà nazionali, culturali e sociali
diverse, si crea lo spazio per una figura professionale nuova che sappia
compendiare in sé (a un costo competitivo) due competenze fino a ora molto
distanti: quella del copywriter e quella del traduttore.

Il seminario, quindi, si propone di fornire ai traduttori i fondamenti
teorici e gli strumenti tecnici necessari per proporsi in questa nuova
veste, arrivando a fornire al cliente un prodotto che non sia soltanto una
traduzione fedele della sua campagna pubblicitaria, ma un efficace
strumento di comunicazione.

Vengono proposte moltissime campagne internazionali (stampa, affissione,
tv) dalle quali si trae immediatamente spunto per una serie di
esercitazioni. Dalla discussione che segue alle esercitazioni, vengono
tratte indicazioni teoriche e tecniche sulle questioni di marketing, sui
giochi linguistici e gli altri artifici retorici che costituiscono i punti
di maggiore difficoltà nel trasferimento delle campagne pubblicitarie da
una lingua all’altra.

Il seminario della durata di una giornata è aperto a un massimo di 15
partecipanti.
La quota di partecipazione è di € 100,00 + IVA (soci AITI e ANITI,
studenti € 80.00 + IVA).

Alla fine del seminario viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Sedi e orario del seminario
ROMA: 1° ottobre, dalle 10.00 alle 17.30 (iscrizioni entro il 26
settembre).
MILANO: 12 novembre, dalle 10.00 alle 17.30 (iscrizioni entro il 7
novembre).

2. Web writing: i traduttori lo fanno meglio
 
Scrivere per il web è un’opportunità che si presenta sempre più di
frequente a chi già si occupa professionalmente di scrittura o di
traduzioni.
Per un traduttore professionista potrebbe trattarsi di un’evoluzione
naturale e abbastanza attraente del proprio lavoro, nel quale far pesare
la specificità della sua preparazione.

Naturalmente, per proporsi con competenza in un campo come questo, è
necessario integrare la propria preparazione professionale di traduttore
con le conoscenze specifiche della scrittura per il web, ma anche con una
riflessione sul proprio lavoro, in modo da valorizzare al massimo le doti
e le conoscenze che sono peculiari del traduttore.

Gli argomenti che verranno trattati sono:

1.        Come scrivere in modo efficace sul web
2.        Le parole di internet (da hypertext a Url)
3.        I tipi di sito e i tipi di testo
4.        Dall’inglese all’italiano: come trasformare l’“internettese” in una lingua il più vicino possibile all’italiano standard
5.        Tradurre per il web: 
            - cosa, come, quanto e perché tradurre
            - cosa, come, quanto e perché non tradurre
6.        Come valutare la grafica di un sito internet
7.        Come fornire assistenza ai propri clienti
8.        Un cambio generazionale ogni 18 mesi: come mantenersi aggiornati

Il corso prevede la presentazione la critica e il commento di molti siti
internet, la discussione di esempi di scrittura e una serie di
esercitazioni e di prove di scrittura e di traduzione.

Il seminario della durata di una giornata è aperto a un massimo di 15
partecipanti.
La quota di partecipazione è di € 100,00 + IVA (soci AITI e ANITI,
studenti € 80.00 + IVA).

Alla fine del seminario viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Sedi e orario del seminario
ROMA: 15 ottobre, dalle 10.00 alle 17.30 (iscrizioni entro il 10 ottobre).
MILANO: 26 novembre, dalle 10.00 alle 17.30 (iscrizioni entro il 21
novembre).

3. Le strutture linguistiche dell’italiano e i problemi della traduzione

Nella pratica della traduzione, gli idiomi, le preferenze dello scrittore
della lingua di partenza sono tutti elementi che devono essere percepiti e
trasferiti nella lingua d’arrivo. Ovviamente, però, la lingua d’arrivo, a
sua volta, non deve essere “sacrificata”. E invece, si constata di
frequente che il traduttore, a volte inconsciamente, privilegia le
strutture linguistiche della lingua di partenza.

I problemi che possono nascere da questo tipo di difficoltà sono diversi a
seconda del tipo di traduzione che si sta affrontando: traduzione
letteraria, traduzione tecnica, traduzione giuridica o scientifica. La
posta in gioco può essere l’eleganza e la fluidità della traduzione, ma
anche malintesi e fraintendimenti.

Questo corso, al contrario di quanto si fa generalmente, si concentra
innanzi tutto sull’italiano, sulle sue strutture, e si propone di offrire
un prontuario delle maggiori peculiarità dell’italiano e della sue
differenza con altre lingue, oltre a una serie di proposte di traduzione
standard.

Il corso si svolge attraverso la proposizione di un gran numero di esempi
e di esercitazioni, tratti sia dal campo letterario sia da quello tecnico.
In particolare, vengono proposti un gran numero di testi da tradurre. Le
traduzioni svolte in aula, quindi, vengono confrontate con quelle poi
pubblicate, e quindi analizzate e commentate. Ecco alcune tra le questioni
trattate:

Strutture grammaticali
       - Forme verbali semplici e composte 
       - Pronomi pleonastici
       - Plurali e singolari
       - Negazioni e doppie negazioni
Strutture sintattiche
        Subordinazione e coordinazione
        Ripetizioni e cambiamento del soggetto
        Uso acronico dei verbi (presente storico, present perfect)
        Anacoluti e discontinuità sintattiche
        Reggenza dei verbi
Differenze di tono (Formalismi e Colloquialità)
        lo hedging
        Nominalizzazioni e verbalizzazioni
        Le forme di cortesia
        I nuovi falsi amici

Il seminario della durata di una giornata è aperto a un massimo di 15
partecipanti.
La quota di partecipazione è di € 100,00 + IVA (soci AITI e ANITI,
studenti € 80.00 + IVA).

Alla fine del seminario viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Sedi e orario del seminario
ROMA: 5 novembre dalle 10.00 alle 17.30 (iscrizioni entro il 31 ottobre).
MILANO: 19 novembre, dalle 10.00 alle 17.30 (iscrizioni entro il 14
novembre).
Informazioni e iscrizioni

I seminari si terranno a MILANO e a ROMA secondo questo calendario:

SEMINARIO TRADUZIONE PUBBLICITARIA
Roma, sab 1° ottobre
Milano, sab 12 novembre

SEMINARIO TRADUZIONE PER IL WEB
Roma, sab 15 ottobre
Milano, sab 26 novembre

SEMINARIO STRUTTURE LINGUISTICHE DELL’ITALIANO
Roma, sab 5 novembre
Milano, sab 19 novembre

A MILANO, presso Accademia di Comunicazione, via Savona 112/A (MM2 S.
Agostino + tram n. 14, fermata Vignoli –
http://www.hdemia.it/accade/dovesiamo.html)

A ROMA, presso Libreria Motamot, via Giulio Rocco, 37/39 (zona
Ostiense-Garbatella Metropolitana B, Fermata Garbatella – info@motamot.it)

Per ulteriori informazioni e per iscrivervi inviate una mail a:
direttore@scuol[Marker]adiscrittura.com
oppure a
mailto:andrea.di.gregorio@rcm.inet.it ]andrea.di.gregorio@rcm.inet.it
Mob. 347 49 72 202

SCONTO CUMULATIVO

A coloro che si iscriveranno contemporaneamente a tutti e tre i seminari
verrà praticato uno sconto del 20%, e pagheranno € 240 + IVA anziché €
300.

A coloro che si iscriveranno contemporaneamente ai due seminari verrà
praticato uno sconto del 15%, e pagheranno € 170 + IVA anziché € 200.

ALTRE INFORMAZIONI

A Roma, la libreria Motamot propone le pause caffè e il buffet a
mezzogiorno per la cifra di 10 euro a giornata.

A Milano, viene organizzato un pranzo in un ristorante poco distante dalla
sede dei seminari.









Aiutati nella ricerca con i campi qui sotto, sarà molto più veloce.
TITOLO

AUTORE

EDITORE

TRADUTTORE