Contatti: ndt@lanotadeltraduttore.it


NORD

Saga di Gautrekr
editore: Iperborea 2004
traduttore: Massimiliano Bampi - Traduzione dall'islandese medievale

 
Indice dell'articolo
pag. 1 Nota del Traduttore
pag. 2 Note
pag. 3 Massimiliano Bampi

 
Note

  (1) Un'ampia ed approfondita discussione dei principali nodi problematici - a livello teorico e pratico - legati alla traduzione del testo medievale è contenuta in M.G. Cammarota / M.V. Molinari (a cura di), Testo medievale e traduzione, Bergamo 2001 e M.G. Cammarota / M.V. Molinari (a cura di), Tradurre testi medievali: obiettivi, pubblico, strategie, Bergamo 2002. Si tratta degli atti di due convegni tenutisi a Bergamo nell'ottobre 2000 e nell'ottobre 2001 e promossi da un gruppo di ricerca nazionale composto da membri appartenenti a diversi Atenei italiani (Bergamo, Ferrara, Pavia, Trento, Venezia). Nel primo volume si vedano, in particolare, gli interventi di Garzone, Ferrari e Buzzoni; nel secondo volume, si consiglia la lettura dei contributi di Molinari, Brunetti e Buzzoni.    
  (2) Sul concetto di mouvance si veda P. Zumthor, La lettre et la voix. De la "littérature" médiévale, Paris 1987 [trad. it. La lettera e la voce. Sulla "letteratura" medievale, Bologna 1990].
  (3) W. Ranisch, Die Gautrekssaga in zwei Fassungen, Berlin 1900.
  (4) J. Levý, "Translation as a Decision Process", in To Honor Roman Jakobson: Essays on the Occasion of his Seventieth Birthday, 11 October 1966, The Hague/Paris 1967, vol. II, pp. 1171-1182 [trad. it. La traduzione come processo decisionale, in S. Nergaard (a cura di), Teorie contemporanee della traduzione, Milano 1995, pp. 63-83].
  (5) Se poi il traduttore è anche filologo - e credo che, soprattutto nella traduzione di testi medievali, ciò sia non solo auspicabile, ma sostanzialmente inevitabile - egli può intervenire sulle scelte proposte dall'autore dell'edizione critica attraverso proposte di emendazione del testo ricostruito su cui basare, in seguito, la traduzione.
  (6) Sulla questione dell'influenza della target culture nella definizione delle caratteristiche della traduzione - intesa sia come processo, sia come prodotto - si vedano, in particolare, gli studi degli esponenti della cosiddetta scuola di Tel Aviv (Itamar Even Zohar e Gideon Toury), che per molti versi ha fornito un contributo teorico importante allo sviluppo dei Translation Studies. Una sintetica, ma puntuale presentazione delle teorie di Even Zohar e Toury è contenuta in E. Gentzler, Teorie della traduzione. Tendenze contemporanee, Torino 1998, pp. 119-123, 129-149.
Massimiliano Bampi








Aiutati nella ricerca con i campi qui sotto, sarà molto più veloce.
TITOLO

AUTORE

EDITORE

TRADUTTORE