Contatti: ndt@lanotadeltraduttore.it


MIGRAZIONI

Il labirinto
di: Panos Karnezis / editore: Guanda 2004
traduttore: Federica Oddera - Traduzione dall’inglese

 
Indice dell'articolo
pag. 1 Nota del Traduttore
pag. 2 Note tecniche sulla traduzione
pag. 3 Federica Oddera

 
Note tecniche sulla traduzione

Qualcuno dei problemi relativi al testo è legato all’ambito militare del racconto e all’ambiguità di certi termini inglesi. È il caso della parola «boots», che in inglese significa tanto «scarponi» quanto «stivali». Dalle immagini d’epoca sulla campagna in Anatolia sembra di poter dedurre che gli ufficiali e i membri della cavalleria calzassero stivali, mentre i soldati portavano fasce e scarponi. Ho tradotto di conseguenza, tranne in un caso specifico dove si parla esplicitamente di gambali di cuoio.
Un banco di prova sono stati i giochi di parole che non trovano un corrispondente preciso in italiano. Eccone alcuni esempi:
- As his mouth chugged like the speeding locomotive of his dream (…): Sorseggiando il liquore con lo stesso brio della scattante locomotiva del suo sogno, il generale Nestor provava il raro piacere di chi assiste per la prima volta a una bella operetta. Ma a un tratto una voce lontana si intromise in quella lieta corsa come l’annuncio di un controllore.
Si perde in gran parte il gioco di parole dell’originale inglese «To chug» significa infatti «sbuffare» quando si riferisce a una locomotiva, ma vuol dire anche «trangugiare» una bevanda.
- …the maid could not suppress a brief sensation of maidenly pride that for a moment cancelled her very virtue: Che manica di buffoni: la cameriera non poté reprimere una breve sensazione di orgoglio verginale, che per un attimo annullò il valore della sua virtù.
È impossibile mantenere in italiano il gioco di parole tra «maid»,  «cameriera», e «maidenly», «verginale».
- Oh yes – the Register of Nobility, of corse. Alas, people today pay more attentino to the cash register: «Certo, il registro dei nobili, naturalmente. Ahimè, la gente oggigiorno dà più importanza al registratore di cassa.»
Nell’originale inglese risulta più evidente il gioco di parole tra «Register of Nobility» e «cash register».
- Who wants to spend time stuffing paper into a ballot box when a bullet could achieve the same result?: Chi ha voglia di perdere tempo a riempire di pallottole di carta un’urna elettorale quando si può ottenere lo stesso risultato con una sola pallottola di piombo?
Abbiamo tentato così di rendere in italiano il gioco di parole tra «ballot» («urna» in inglese) e «bullet» («pallottola»).
- «Virtue» said Father Simeon. «What a rat. Try to catch it and it eludes you. Leave it alone and every night it comes round to chew your ears.»: Da qualche parte, in uno degli angoli bui della chiesa, il cane dava la caccia ai topi, ma i roditori erano troppo furbi per lui. Il sacerdote contemplò l’animale. Caleb infilò il muso in un buco del muro.
«La virtù» esclamò padre Simeon. «È più elusiva e traditrice di una di queste bestiacce. Cerchi di catturarla e ti sfugge. La ignori, e ogni notte viene da te a rosicchiarti le orecchie.»
Si perde qui in gran parte il gioco di parole dell’originale; in inglese, infatti, «rat» significa anche «traditore», «disertore», «canaglia». 
Un’osservazione opportuna riguardante gli scrittori migranti e quindi anche per Karnezis, è che ho spesso l'impressione che l'inglese usato da chi non è di madrelingua abbia una medietà più "classica" rispetto a quello, assai più idiomatico e ricco di slang, di anglossassoni e americani.
Federica Oddera








Aiutati nella ricerca con i campi qui sotto, sarà molto più veloce.
TITOLO

AUTORE

EDITORE

TRADUTTORE