Contatti: ndt@lanotadeltraduttore.it



LIBRERIA

eBook & eBook Reader, la libreria del futuro


Da tempi relativamente recenti, anche in Italia è possibile offrirsi un nuovo e bellissimo gadget, l’eBook Reader, per leggere libri, riviste, quotidiani in versione eBook, con tutta una serie di caratteristiche che per essere all’inizio della tecnologia sono davvero molto attraenti e con il vantaggio di una praticità ineguagliabile. Chi per lavoro è abituato a maneggiare libri, sull’eBook Reader può anche prendere appunti, scrivere, sottolineare, grazie alla particolarità dell’e-ink. E per chi non mette un piede fuori casa senza mezza dozzina di libri in borsa per poi tornare con una dozzina abbondante, ecco, adesso e senza fatica può portare con sé ancora più libri, l’eBook Reader che può agilmente contenere librerie intere. Sicuramente un’ottima applicazione anche per chi studia dal momento che i primi a volerlo sono proprio i giovani.
In pochissimo tempo l’eBook Reader è perciò diventato l’ultimo, vero e proprio oggetto del desiderio nonostante il prezzo di vendita al momento piuttosto alto e nonostante i contenuti arrivino in primavera, nel 2010, quando gli editori avranno messo a disposizione le loro pubblicazioni per questo nuovo formato.
In Italia il posto giusto dove trovare il proprio eBook Reader è Simplicissimus Book Farm. Se ne parla da diversi anni ma ora con più slancio e il mercato si presenta molto vivace. I numeri parlano chiaro, la domanda supera le aspettative di vendita.
Questo nuovo strumento è tuttavia tanto apprezzato quanto criticato. Non sarà certo l’attuale tecnologia dell’eBook Reader da criticare, sicuramente migliorerà, quanto semmai la questione dell’impatto zero. Se non vogliamo più un mondo di carta ci ritroviamo con un mucchio di plastica. La verità è che la tecnologia è inarrestabile quanto la necessità di un mondo a impatto zero. Il mercato dell’eBook è già globale e quando i “libri eBook” avranno coperto tutte le novità editoriali, si venderanno senza dubbio molto di più rispetto al libro tradizionale e molto più velocemente, senza togliere che costeranno meno rispetto al cartaceo.
Gli editori europei sono giustamente ancora un po’ scettici sia per i cambiamenti radicali che questo nuovo supporto lascia intravedere, sia per il problema della pirateria. Come non dargli torto? Il lavoro dell’editore è enorme. Ma anche un libro a dire il vero può essere fotocopiato e poi prestato o regalato e di nuovo fotocopiato e prestato. E sui prezzi? Lo vediamo tutti che con il cartaceo c’è chi gioca al ribasso o al rialzo. Un romanzo novità spesso arriva a costare oltre 24 euro, non è poco insomma per chi legge tanto.
Si teme che non rimarranno più libri sugli scaffali delle librerie,chi può dirlo? Non si capisce bene se questo nuovo mercato divide i lettori in fasce d’età o meno perché piace a tutti, ma proprio a tutti.
Probabilmente segnerà il declino del cartaceo. Probabilmente rimarrà sul mercato solo la carta di qualità, o forse il contrario. Staremo a vedere, ma certamente dell’eBook Reader non potremo più farne a meno.

Dori Agrosì