Contatti: ndt@lanotadeltraduttore.it



TRADUTTORAMA

Transit XV
di: Nicola Poeta

Versioni
Transit, giunto alla versione XV, è  prodotto da Star (http://www.star-solutions.net/). Nato come strumento per uso aziendale, è stato commercializzato in tutto il mondo con buoni risultati sul mercato tedesco, soprattutto nel settore automobilistico. È disponibile nelle versioni Enterprise, Professional, Workstation, Smart e Satellite PE. La descrizione che segue è basata sulla versione Professional, in ogni caso molte delle caratteristiche, nonché la tecnologia di base, sono comuni a tutte le versioni.
 
Memorie
La caratteristica che distingue Transit dagli altri programmi di traduzione assistita è la memoria di traduzione. La memoria, detta "materiale di riferimento" non si basa su un database originato dalle traduzioni, ma è costituita dai file stessi tradotti in precedenza. Il vantaggio è una memoria modulabile, perché si scelgono solo i file rilevanti e non c'è bisogno di creare database che possono occupare parecchio spazio sul computer. Inoltre correggendo i file tradotti si corregge anche la memoria, senza la necessità di una manutenzione successiva. Lo svantaggio è che le traduzioni precedenti vanno comunque conservate e archiviate in modo che sia chiaro che cosa serva e cosa no.
 
Ambiente di lavoro
L'ambiente di lavoro presenta un'interfaccia autonoma in diverse lingue (tra cui l'italiano), che è unica indipendentemente dal tipo di file da tradurre. È composta da due finestre principali, rispettivamente per la lingua di partenza e la lingua di arrivo, e dalle finestre per la terminologia, per le corrispondenze fuzzy e per le annotazioni. L'aspetto, detto "profilo", è personalizzabile: è possibile scegliere colori, dimensioni e disposizione dei caratteri e delle finestre nonché i colori dei segmenti in base al loro stato (tradotti, pretradotti ecc.). La funzione "macro" permette la creazione di macro personalizzate per velocizzare i processi più frequenti. I codici di formattazione possono essere visualizzati, nascosti ed eventualmente modificati.
 
Processo di lavoro
Il processo di lavoro è orientato al progetto di traduzione e non ai file singoli; durante la creazione del progetto si importano tutti i file dello stesso tipo e si impostano il materiale di riferimento e i dizionari. Si possono tradurre tutti i tipi di file più comuni, mentre per lavorare su file di programmi di impaginazione quali FrameMaker, InDesign ecc. occorre acquistare i filtri appositi. Una volta creato il progetto, è possibile aprire tutti i file contemporaneamente; questi vengono visualizzati come un unico file virtuale. Ciò è particolarmente comodo per progetti con molti file, perché si possono effettuare in una sola volta controlli di uniformità, la revisione e la correzione ortografica.
Per tradurre si sovrascrive il testo sulla lingua di arrivo e si conferma la traduzione della frase (detta segmento): di fianco al segmento apparirà il simbolo "*" per indicare lo stato di tradotto; il simbolo "+" indica un pretradotto (cioè una frase già tradotta perché presente nel materiale di riferimento), mentre "%" indica una corrispondenza fuzzy, vale a dire una frase simile a frasi tradotte in precedenza. Finita la traduzione si esportano i file nel loro formato originale.
Se il progetto deve essere inviato a un traduttore, si "invia" la traduzione attraverso un archivio compresso con estensione pxf che contiene la coppia di lingue da tradurre, la memoria di traduzione (i file completi o solo un estratto dei segmenti più significativi), i dizionari ed eventualmente i file originali. Il traduttore riceve il pxf, lo traduce, e restituisce il txf, un archivio contenente i file tradotti e il dizionario aggiornato.
 
Gestione terminologica
La terminologia è gestita da TermStar, programma associato a Transit. I termini sono raccolti in database, a loro volta suddivisi in dizionari; un database può essere paragonato a uno scaffale (relativo per esempio a un cliente) su cui vengono inseriti i singoli dizionari, che possono essere dedicati a prodotti, settori o argomenti. Inserire i termini nei dizionari è semplice: è sufficiente selezionare la parola nella lingua di partenza e la sua traduzione in quella di arrivo e scegliere il comando di inserimento. Le singole voci possono poi essere modificate e arricchite con una notevole quantità di informazioni, quali l'argomento, il progetto, la definizione, e in generale tutti i dettagli disponibili nei dizionari comunemente in commercio. Se un termine è presente nel dizionario, durante la traduzione è evidenziato in rosso e il suo traducente viene proposto nella finestra dei dizionari; si  inserisce direttamente nel file tradotto con alcune combinazioni di tasti.
 
Informazioni
Transit è distribuito in Italia da Star Italia (www.star-italia.net). La versione Satellite PE è scaricabile gratuitamente e può essere utilizzata per tradurre progetti creati dalle agenzie. Ha molte limitazioni (per esempio non permette la gestione delle memorie e dei dizionari) ma è un utilestrumento per lavori sporadici e per imparare l'uso del software.