Contatti: ndt@lanotadeltraduttore.it


ROMANZO

30-12-2009
Diario di una Schiappa
di: Jeff Kinney / editore: Il Castoro, 2009
traduttore: Rossella Bernascone - Traduzione dall'inglese
Sono trent’anni che traduco. Ho passato il 30% di quel tempo a desiderare intensamente di farlo. Di essere un traduttore a tempo pieno. Di dedicare tutto il mio tempo alla traduzione. Poi ho capito che per le persone della mia generazione vivere di traduzione non era davvero possibile. Abbiamo tempi pre-informatici. Le frasi girano in testa per minuti e minuti, i tempi si allungano, le cartelle languono... (segue)

Leggi anche: Diario di una Schiappa - Nota del Redattore, Dori Agrosì
Carinissimo libro per adolescenti. La vita di Gregg è un continuo inciampare, un vero modello di schiappa. E pensare che l’autore, mentre scriveva le avventure di questo ragazzino dall’espressione triste, pensava di rivolgersi a un pubblico adulto per evocare i ricordi di quando si era piccoli. E in un certo senso anche questa intenzione è riuscita perché è una lettura che piace a tutti... (segue)





29-12-2009
In viaggio contromano, The Leisure Seeker
di: Michael Zadoorian / editore: Marcos y Marcos, 2009
traduttore: Claudia Tarolo - Traduzione dall'inglese
Ogni traduzione è un’avventura in mani altrui, così, anche in questo caso, una volta imbarcata, sapevo che comunque, dopo gorghi, secche e tempeste, sarei arrivata alla fine. Come sempre, avrei scoperto mondi sconosciuti, sarei entrata in profonda intimità con degli stranieri.
“Noi siamo turisti”. In viaggio contromano comincia così... (segue)

Leggi anche: In viaggio contromano - Nota del Redattore, Ana Ciurans
Qualsiasi cosa attendano Ella e John in fondo alla route 66 “è sempre meglio della vecchiaia, della malattia o di cadere dalle scale della cantina.” Anche se nelle due prime situazioni ci sono fino al collo.
Due vecchietti, lei malata di cancro e lui di Alzheimer, allo stadio terminale e medio, rispettivamente. Con tutti gli imbarazzanti effetti collaterali che questo comporta... (segue)






29-12-2009
Litania di un arbitro
di: Thomas Brussig / editore: 66th and 2nd, 2009
traduttore: Elvira Grassi, Nikola Harsch - Traduzione dal tedesco
Thomas Brussig è una brutta gatta da pelare. Io e Nikola Harsch, già mia compagna di merende traduttorie, ce ne siamo accorte subito quando la neonata casa editrice 66thand2nd ci ha proposto di tradurre Schiedsrichter Fertig. Eine Litanie. Se da una parte il testo aveva il vantaggio di essere molto breve, dall’altra sciorinava in bella mostra una teoria di complessità lessicali... (segue)

Leggi anche: Litania di un arbitro - Nota del Redattore, Chiara Pibiri
Le decisioni arbitrali sono oggetto di infinite discussioni, di veri e propri processi televisivi in cui ogni mossa della partita in esame viene sezionata, controllata con l’ausilio della moviola, passata al vaglio da una serie di esperti o presunti tali come se l’espulsione ingiustificata, il fuorigioco non visto o il rigore non concesso fossero davvero dei fatti gravi. Altre professioni non sono soggette a tale pressione... (segue)





29-12-2009
Una primavera difficile
di: Boris Pahor / editore: Zandonai, 2009
traduttore: Mirella Urdih Merkù - Traduzione dallo sloveno
Il nome Boris Pahor fa parte da sempre del mio mondo. Da quando nel 1947 scopersi nella biblioteca di casa quel libro giallo e azzurro che conteneva la sua prima raccolta di novelle, “Moj tržaški naslov” (“Il mio indirizzo di Trieste”). Parecchi anni più tardi, quando ormai lo conoscevo di persona, mi si presentò l’occasione di tradurlo... (segue)

Leggi anche: Una primavera difficile - Nota del Redattore, Corrado Premuda
È un lungo viaggio doloroso quello di Radko Suban, dall’inferno dei lager nazisti e dal mondo dei morti alla vita che persiste, inesorabile e pulsante, anche dopo l’orrore del secondo conflitto mondiale. Radko è, in questo romanzo, il principale portavoce di Boris Pahor, scrittore triestino di lingua slovena... (segue)





04-10-2009
Duchessa del nulla
di: Heather McGowan / editore: Nutrimenti, 2009
traduttore: Marco Bertoli - Traduzione dall'inglese
L’inglese di Duchess, e dunque l’italiano di Duchessa, sono d’impianto due lingue ripicchiate, di vocabolario, ma il monologo è poi incernierato su una serie di richiami, ripetizioni e ritorni del materiale: una costruzione, nella sua riduzione connotativa, che sotto un andamento volubile cela un’unità strutturale molto salda che differisce continuamente i significati del testo finché i diversi motivi non siano stati presentati, intrecciati ad altri e quindi ripresentati, secondo uno schema quasi di sonata... (segue)

Leggi anche: Duchessa del nulla - Nota del Redattore, Chiara Pibiri
"Il nuovo romanzo di Heather McGowan sette anni dopo l’esordio di Schooling, è un lungo monologo che esplora la mente della duchessa, dove ogni cosa convive con il suo contrario in un conflitto che appare irrisolvibile..." (segue)





04-10-2009
La rabbia giovane
di: Ross Raisin / editore: Bompiani, 2009
traduttore: Andrea Silvestri - Traduzione dall'inglese
Nel complesso rapporto tra protagonista e ambiente naturale si inserisce un terzo elemento, il fattore linguistico. Un figlio di queste Brughiere come Sam non può certo esprimersi nell’inglese degli odiati Escursionisti di città che stanno lentamente conquistando le sue terre con la forza delle sterline, trasformandole nel loro paradiso bucolico da cartolina. Parla un inglese fortemente dialettale ma, e qui sta la genialità dell’autore, questo gergo non si basa solo su una meticolosa ricerca folkloristica... (segue)

Leggi anche: La rabbia giovane - Nota del Redattore, Simona Dolce
"Il protagonista di questa storia originale e accattivante si chiama Sam. Sam è un ragazzo di diciannove anni che vive nella campagna inglese; luogo diviso fra i ritmi di una natura potente e misteriosa e quelli della “colonizzazione” da parte dei moderni hippie venuti dalla città con in mente l’immagine di una campagna da cartolina... (segue)"







05-10-2009
Zelary
di: Kveta legatova / editore: Nottetempo, 2009
traduttore: Raffaella Belletti - Traduzione dal ceco
“Želary” è il secondo libro di Kvĕta Legátová a comporre un breve ciclo narrativo che ha come elementi comuni ambientazione geografica, atmosfere e personaggi. Quando nel 2001 apparve per la prima volta la raccolta “Želary”, Kvĕta Legátová era praticamente sconosciuta. Il libro, stampato in un’esigua tiratura di 400 copie, divenne un vero e proprio caso letterario, riportando un notevole successo di critica e di pubblico e procurando all’autrice una grande popolarità... (segue)

Leggi anche: Želary - Nota del Redattore, Dori Agrosì
"Bellissimo libro in cui ogni descrizione di fatti, persone e luoghi riporta l’immaginario verso un mondo antico e rude. Da questo libro ambientato a Zelary, ne è stato tratto un film che include la storia descritta dall’autrice nel romanzo successivo, “La moglie di Joza”. Anche qui tutto si svolge a Zelary. Vale la pena parlare anche dell’adattamento dei due testi in un'unica sceneggiatura con cui l’autrice, Kveta Legatova, ottiene una Nomination agli Academy Awards come migliore lungometraggio in lingua straniera... (segue)





05-10-2009
La psicologia della zia ricca
di: Erich Musham / editore: le nubi, 2008
traduttore: Marzia Mascelli - Traduzione dal tedesco
Eine Tantologie... “un’antolozia - ho azzardato, guardando la foto di Erich Mühsam in cerca di approvazione - di 25 monografie che contribuisce alla soluzione del problema dell’immortalità”. Questo il sottotitolo dell’unica opera narrativa di quell’autore dagli occhiali spessi, conosciuto maggiormente come fine teorico libertario e militante anarchico di primo Novecento. Mühsam è il poeta dalle liriche battagliere, il cabarettista, il giornalista dalla penna tagliente... (segue)

Leggi anche: La psicologia della zia ricca - Nota del Redattore, Dori Agrosì
"Pubblicato nel 2008 dall’editore romano Le Nubi, La psicologia della zia ricca è un’antologia di 25 monografie. Elencate per ordine alfabetico, passano in rassegna 25 anziane ziette con altrettanti 25 spietati nipoti che ne attendono con ansia il trapasso e… l’eredità. Un libro che fotografa la società tedesca degli anni ’30 con un talento spietato, eccentrico, incredibile e anche esilarante..." (segue)





05-10-2009
Gente di Mumbai
di: Munmun Ghosh / editore: Intermezzi, 2009
traduttore: Emanuela Bottaru - Traduzione dall'inglese
Nel linguaggio e nello stile della Ghosh si respira una commistione di colori e tensioni diverse. Il suo è un inglese molto pulito, di un’autrice laureata in letteratura inglese che parla inglese quotidianamente. Il suo stile è a volte aspro, la sintassi spezzata e si ritaglia di volta in volta sul personaggio. Tradurre questo libro non è stato facile: le difficoltà sono soprattutto nel cogliere il significato di termini e idiomatismi appartenenti alla cultura indiana, introvabili nei dizionari. L’aiuto dell’autrice è stato perciò fondamentale... (segue)

Leggi anche: Gente di Mumbai - Nota del Redattore, Dori Agrosì
"L’autrice descrive la realtà del suo paese scegliendo l’espediente della suddivisione del libro in racconti collegati tra loro da un filo conduttore che li accomuna come se fossero capitoli di uno stesso romanzo. In ognuno dei 39 racconti-capitoli l’autrice mette in primo piano un personaggio diverso che racconta in prima persona la propria storia, e nell’insieme dei racconti ognuno di questi personaggi formano tanti anelli di una lunga catena di storie a testimoniare il proprio tempo e la propria città... (segue)




05-10-2009
Guida agli uccelli dell'Africa orientale
di: Nicholas Drayson / editore: Piemme, 2009
traduttore: Velia Februari - Traduzione dall'inglese
Tradurre questo romanzo ha comportato un’intensa attività di ricerca terminologica. Nicholas Drayson, studioso di zoologia e di storia naturale, ha attinto alla gamma praticamente inesauribile di specie volatili che popolano l’Africa orientale, ha disseminato nel suo libro tutta una serie di termini in falso swahili che non comparivano su nessun dizionario, cartaceo o elettronico, ma da attribuirsi alla licenza poetica dell’autore... (segue)

Leggi anche: Guida agli uccelli dell'Africa orientale - Nota del Redattore, Angela Trinchero
"Una storia piacevole e divertente, ironica e delicata, sapientemente costruita su anticipazioni e sorprese. La prosa brillante della traduzione italiana ricrea l’umorismo della voce narrante, sempre amichevolmenterivolta al lettore, che racconta in prima persona i propri ricordi e le vicende del buon Malik..." (segue)




pag. <<  <  | 6 |  | 7 |  | 8 |  | 9 |  | 10 |  | 11 |  | 12 |    >  >>






Aiutati nella ricerca con i campi qui sotto, sarà molto più veloce.
TITOLO

AUTORE

EDITORE

TRADUTTORE