Contatti: ndt@lanotadeltraduttore.it


ROMANZO

19-04-2017
Billy
di: Einzlkind / editore: nottetempo, 2017
traduttore: Franco Filice - Traduzione dal tedesco
Nel linguaggio teatrale il monologo è forse la forma più intensa di comunicazione, di dialogo tra attore e spettatore. Questo è altrettanto vero per la narrativa. Che si tratti di monologo o di dialogo, è sempre al lettore che l'autore si rivolge. Stile, punteggiatura, dialoghi: in questo romanzo lo stile è improntato a una punteggiatura funzionale a un ritmo narrativo secco, spezzettato, incalzante, contraddistinto da frasi brevissime, soprattutto nella prima parte, e frequenti "a capo". Un accorgimento che cattura il lettore attraverso la drammatizzazione dei fatti narrati...





19-04-2017
Riccardin dal ciuffo
di: Amélie Nothomb / editore: Voland, 2017
traduttore: Isabella Mattazzi - Traduzione dal francese
Tutto il racconto mantiene sottotraccia la grazia di un conte de fées seicentesco e di questo ovviamente la traduzione ha dovuto tenere conto. La prima scelta che si è imposta riguarda infatti proprio il cuore di questo rapporto ambiguo tra la riscrittura nothombiana e la sua fonte: il titolo stesso del racconto – Riquet à la houppe – che è anche il nome del protagonista. Se per un pubblico francese l’evidenza del richiamo a Perrault è immediata, per il pubblico italiano Riquet à la houppe non significa niente...






19-04-2017
Il post-esotismo in dieci lezioni, lezione undicesima
di: Antoine Volodine / editore: 66thand2nd
traduttore: Anna D'Elia - Traduzione dal francese
A metà strada tra il manifesto teorico e il racconto claustrofilico, Il post-esotismo in dieci lezioni, lezione undicesima, è una sorta di codex volodiniano, che rappresenta un atto di fede e d’amore nei confronti di una letteratura di opposizione radicale. Il testo, liquido, che compone il corpo della vicenda romanzesca, circola e s’insinua tra gli spazi lasciati vuoti dalla sequenza silicea delle dieci ‘tavole della legge’ che codificano l’edificio post-esotico. Le definizioni di inedite forme letterarie come la shågga, il romånso, la nuvella, l’intrarcana, lo zaconto, il sussurrìo, ...





18-04-2017
Quelli di sotto
di: Mariano Azuela / editore: Sur, 2017
traduttore: Raul Schenardi - Traduzione dallo spagnolo (Messico)
Trattandosi di un romanzo corale che ha per protagonisti “quelli di sotto”, vale a dire gli umili, gli sfruttati, doveva ovviamente ricalcare, soprattutto nei numerosi dialoghi, lo stile della parlata popolare, con le sue tipiche deformazioni non sempre intelligibili di primo acchito. Fra i rivoluzionari però militano anche degli intellettuali, e la loro oratoria è retorica e ampollosa, così come quella di un ufficiale dell’esercito che si rivolge a un superiore, e l’ampiezza di registri stilistici del romanzo non è tra i suoi pregi minori. Il suo pregio maggiore, che ho cercato di evidenziare nella postfazione, rimane la...






22-02-2017
Discorso di un albero sulla fragilità degli uomini
di: Olivier Bleys / editore: Edizioni Clichy
traduttore: Tania Spagnoli
«denso»: denso di metafore estremamente poetiche, denso di informazioni e riferimenti alla cultura cinese, denso di eventi incalzanti che rendono la trama avvincente e indimenticabile, denso di descrizioni quasi cinematografiche... una scrittura densa come la linfa del vecchio albero della lacca, protagonista del romanzo. E tutto questo l’autore lo esprime plasmando la propria lingua, il francese, in modo magistrale, mescolando suoni e registri, prendendo in prestito modi di dire, allegorie, sinogrammi, sfumature linguistiche ed elementi tipici dei racconti cinesi...






19-04-2017
Il principe giallo
di: Vasyl' Barka / editore: Pentàgora, 2016
traduttore: Alessandro Achilli - Traduzione dall'ucraino
L'orizzonte stilistico di Barka può risultare decisamente inattuale anche per chi è abituato a leggere molto. Il suo pathos – nazionale, religioso, familiare - corre il rischio di allontanare alcuni lettori e di indebolire conseguentemente l'indubbio potenziale narrativo del romanzo. Se la prima, “canonica” traduzione francese a cura di Olga Jaworskyj è basata su un'estrema fedeltà al linguaggio della versione originale, la traduzione italiana cerca di andare in contro al fruitore, anche a costo di accorciare qualche frase e limare qualche aggettivo in eccesso, con l'obiettivo di “alleggerire” il testo e...






19-04-2017
L'ombrello di Nietzsche
di: Thomas Hürlimann / editore: Marcos y Marcos, 2017
traduttore: Mariagiorgia Ulbar - Traduzione dal tedesco
Thomas Hürlimann costruisce un testo stratificato in cui intreccia storia biografica del filosofo Nietzsche, vicende biografiche personali e citazioni da altri testi al fine di proporre un’elucubrazione ben concertata sull’esistenza, usando il linguaggio per mostrare. Traducendo la lingua di questo autore, la fatica maggiore è stata quella spesa nella visione di ogni parola che scaturisce dall’intenzione di mostrare attraverso il linguaggio: la lingua tedesca si presta al gioco della costruzione di parole con segmenti che in sé dicono anche altro e più della parola composta nella sua interezza...






20-04-2017
Lady Ludlow
di: Elizabeth Gaskell / editore: Vita Activa, 2016
traduttore: Manuela Centazzo - Traduzione dall'inglese
Lady Ludlow apparve per la prima volta a puntate tra giugno e settembre del 1858 su Household Words, il periodico settimanale diretto da Charles Dickens. Non si tratta del primo contributo di Elizabeth Gaskell alla rivista: Dickens, infatti, profondamente colpito dalla lettura del suo primo romanzo, Mary Barton (1848), l’aveva già invitata a collaborare al periodico, su cui, sempre a puntate, furono pubblicati Cranford (1851-1853), Nord e Sud (1854-1855) e molti altri racconti. È proprio il dono del raccontare – unito a un’attenta ricerca di carattere storico-sociale, alla cura psicologica dei personaggi e alla...






07-12-2016
Lo schiavista
di: Paul Beatty / editore: Fazi, 2016
traduttore: Silvia Castoldi - Traduzione dall'inglese
Lo schiavista è stato una sfida a più livelli: il ritmo, a volte frenetico della prosa; l’enorme varietà di registri; i rimandi, all’inglese vernacolare afroamericano; i fittissimi riferimenti alla controcultura USA, poco noti al lettore italiano; i numerosissimi giochi linguistici ... (segue)









12-12-2016
Boule de suif
di: Guy de Maupassant / editore: Feltrinelli Zoom, 2016
traduttore: Giuseppe Allegri - Traduzione dal francese
Il linguaggio di questa novella è immediato e apparentemente semplice e levigato, ma ci si accorge in fretta della complessità soggiacente non appena si inizia a tradurre. Le varietà di registri linguistici (i personaggi sono un campione rappresentativo dei ceti dell’epoca) e stilistici (comico, ironico, sarcastico, drammatico), i giochi di parole, le canzonature sui modi di pronunciare e via di questo passo. Una difficoltà su tutte: il titolo ... (segue)








pag. | 1 |  | 2 |  | 3 |  | 4 |    >  >>






Aiutati nella ricerca con i campi qui sotto, sarà molto più veloce.
TITOLO

AUTORE

EDITORE

TRADUTTORE