Contatti: ndt@lanotadeltraduttore.it




Alain Mabanckou tra i finalisti del Premio Strega Europeo


Alain Mabanckou è tra i cinque finalisti del Premio Strega Europeo con il romanzo Pezzi di vetro, pubblicato in gennaio da 66thand2nd nella traduzione di Daniele Petruccioli. Nato nella Repubblica democratica del Congo, naturalizzato francese e cittadino del mondo, Mabanckou è universalmente considerato una delle voci più autorevoli della Francofonia. Grazie ai suoi romanzi, pubblicati in una quindicina di lingue, ha vinto il Premio Renaudot, il Premio George Brassens, e il Gran Premio della letteratura Henri Gal. Nel 2010 è stato insignito del titolo di Cavaliere della Legion d'Onore per volontà del Presidente della Repubblica francese.
Per l'insieme della sua opera Alain Mabanckou è in lizza quest'anno per il Man Booker International Prize.

Scrittore e intellettuale capace di cogliere i mutamenti della nostra epoca, Alain Mabanckou ha sostenuto la decisione del Pen American Center di assegnare alla rivista Charlie Hebdo il premio per la libertà d’espressione, difendendo  in un suggestivo articolo pubblicato sulle pagine di Express.fr l’arroganza culturale quando è di sostegno alla forza delle idee. É stato lo stesso Mabanckou, su invito di Salman Rushdie, a consegnare il Premio alla redazione del giornale satirico francese nella serata svoltasi a New York lo scorso 5 maggio.

Pezzi di vetro è il romanzo che ha dato fama mondiale a Mabanckou ed è considerato unanimemente il suo capolavoro: una narrazione spericolata che mescola in perfetto equilibrio comicità sfrenata e sofisticati rimandi letterari che sembrano voler abbracciare l'intera storia della letteratura: da Rabelais a Bertold Brecht, da Ousmane Sembene a Salinger e alla Banda degli idioti di John K. Toole. Il protagonista del romanzo è un ex professore, alcolizzato, che inizia a raccogliere su un taccuino le storie che ruotano attorno a uno scalcinato bar congolese: la gara per la pisciata più lunga del mondo, la descrizione delle lolite del quartiere Rex, la storia di un guaritore più abile perfino di Gesù. Pezzi di vetro chiama a raccolta i ‘dannati della terra’ e gli restituisce una voce che tutto travolge al suo passaggio: le ipocrisie, le convenzioni, il politicamente corretto, la moda etnica africana.

I cinque autori finalisti del Premio Strega Europeo:

1. Rafael Chirbes (Spagna), Sulla sponda, traduzione di Pino Cacucci (Feltrinelli, 2014)

2. Stefan Hertmans (Belgio), Guerra e trementina, traduzione di Laura Pignatti (Marsilio, 2015)

3. Alain Mabanckou (Francia), Pezzi di vetro, traduzione di Daniele Petruccioli (66thand2nd, 2015)

4. Katja Petrowskaja (Germania), Forse Esther, traduzione di Ada Vigliani (Adelphi, 2014)

5. Tommy Wieringa (Olanda), Questi sono i nomi, traduzione di Claudia Cozzi e Claudia Di Palermo (Iperborea, 2014)

Il vincitore sarà annunciato mercoledì 1 luglio 2015.









Aiutati nella ricerca con i campi qui sotto, sarà molto più veloce.
TITOLO

AUTORE

EDITORE

TRADUTTORE